62. Il tempietto di Sant’Antonio

Vedendolo in lontananza risulta difficile immaginare che si tratta di un capitello. Non assomiglia molto a quelli finora incontrati, solitamente fatti di pietra o di legno (color legno) e comunque inseriti a una certa altezza all’interno dei muri. Potrebbe perfino sembrare la bancarella chiusa di un fioraio. Invece ci si trova di fronte a un caso unico a Venezia di un imponente e antico capitello a forma di tempio, in legno totalmente colorato, appoggiato a terra e sporgente dal muro. Il tempietto è dedicato a San Antonio di Padova. Sotto il timpano una scritta ricorda l’anno in cui è stato eretto, cioè il 1668. L’immagine all’interno è protetta da un fitto cancelletto a 2 battenti. Si racconta che un tempo ospitasse un ritratto del Santo dipinto addirittura dal Tintoretto, che abitava non lontano, dall’altra parte del ponte.

Sestiere di Cannaregio (a dx di 2572)
in Calle Larga tra Fondamenta Misericordia e Fondamenta dei Mori
Geolocalizzazione: 45.444887, 12.331774

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: