81. Il fantasma del garibaldino

Si racconta che nel 1921, vicino alla statua di Garibaldi eretta nel 1885 nei Giardini della Biennale, apparve di notte un fantasma, in camicia rossa, che infastidiva chiunque si avvicinasse alla statua del generale garibaldino, spingendolo o facendolo inciampare. Si organizzarono delle ronde finché qualcuno lo riconobbe: “ma quelo xe Bepi, Bepi el garibaldin”. Giuseppe Zolli (detto Bepi) veneziano, classe 1838, era uno dei suoi soldati più fedeli e aveva partecipato anche alla spedizione dei Mille. Deceduto da qualche settimana, egli aveva promesso di difendere sempre il suo generale sia in vita che in morte. Fu cosi che gli abitanti del quartiere, commossi da cotanta fedeltà, decisero di erigere una statua in suo onore e di posizionarla alle spalle del Condottiero, in modo che potesse continuare a vegliare su di lui come aveva promesso. Da quel momento il fantasma di Bepi trovò pace e non si fece più vedere.

Sestiere di Castello (di fronte a 1813)
alla spalle della statua di Garibaldi all’ingresso dei Giardini della Biennale da Via Giuseppe Garibaldi
Geolocalizzazione: 45.4319657, 12.354868

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: